Convertito in legge il decreto Rilancio Italia: alcune novità

E’ stata appena pubblicata la Legge 17 luglio 2020, n. 77 (G.U. n. 180 del 18 luglio 2020, S.O. n. 25) che ha convertito, con modificazioni, il D.L. 19 maggio 2020 n. 34, noto come Rilancio Italia. Il Senato ha rinnovato la fiducia al Governo sul testo del decreto già licenziato dalla Camera, senza possibilità di apportare ulteriori cambiamenti per mancanza dei tempi necessari per un dibattito parlamentare.

Diventano definitive dunque le ultime novità introdotte alla Camera, sul superbonus al 110%, cassa integrazione e bonus auto. Il “superbonus” per l’adeguamento sismico degli edifici (sisma bonus) e il miglioramento energetico (eco bonus) nella misura del 110%, già previsto per le prime case e in condominio anche per le seconde case, è stato esteso anche alle seconde case composte da una o due unità immobiliari dello stesso proprietario (villette mono o bifamiliari) con esclusione solo degli edifici di lusso (castelli, ville e abitazioni di lusso). Si potrà usufruire del bonus anche per gli interventi di demolizione e ricostruzione.

Ma vi sono tre novità che vogliamo segnalare. 

Smartworking nella P.A.

I funzionari della Pubblica Amministrazione, che svolgono mansioni compatibili con il lavoro da casa, potranno restare in smartworking fino al 31 dicembre 2020. L’emendamento coinvolge attualmente il 50% dei dipendenti pubblici. Inoltre, dal 2021 ed entro la fine di ogni anno, ciascuna pubblica amministrazione elaborerà un “piano organizzativo per il lavoro agile” (POLA), per estendere fino al 60% la platea dei lavoratori del settore pubblico che potranno lavorare da casa. Prevediamo quindi che il nostro Comune rimarrà inaccessibile se non previo appuntamento ancora per parecchio tempo.

Novità Scuola

E’ stata approvata la possibilità di ridurre il numero degli alunni nelle classi primarie fino al massimo di 15 bambini per classe.

I centri estivi, già previsti nella versione originaria del decreto, ed attualmente già funzionanti per la fascia di età 3-14, potranno estendere i loro servizi anche ai bambini da 0 a 3 anni e per i ragazzi da 14 a 16 anni.

Riduzione Imu

E’ stata approvata la possibilità per i Comuni di deliberare la riduzione del 20% dell’imposta sugli immobili, per coloro che provvederanno al pagamento mediante addebito diretto sul conto corrente bancario. Vediamo se il Comune di Pecetto vorrà deliberare tale sconto…

Print Friendly, PDF & Email

Be the first to comment on "Convertito in legge il decreto Rilancio Italia: alcune novità"

Leave a comment

Your email address will not be published.


*