Un aggiornamento processuale che tocca anche Pecetto

Su La Repubblica, ieri, e su La Stampa e Corriere della Sera, oggi, sono stati pubblicati interessanti articoli dedicati a Rimborsopoli.

I giornalisti scrivono infatti che la Procura di Torino ha chiesto l’archiviazione per 28 ex consiglieri regionali del Piemonte ma ha deciso di procedere con “la richiesta di rinvio a giudizio nei confronti di 18 ex consiglieri regionali del Piemonte che, in carica tra il 2008 e il 2010, avrebbero ottenuto rimborsi illeciti“.

Scrivono sempre i giornalisti che “le contestazioni più alte sono quelle a Roberto Boniperti (ex An) e Giuliano Manolino (Moderati): al primo, già condannato in primo grado per la prima “Rimborsopoli”, vengono contestati rimborsi illeciti per 261mila euro. Al secondo, invece, è contestato un peculato da 168.000,00 euro. L’inchiesta della polizia economico-finanziaria della Guardia di Finanza è stata coordinata dal sostituto procuratore Giovanni Caspani e dall’aggiunto Enrica Gabetta“.

Queste sono solo le accuse dei Giudici Pubblici Ministeri. Spetterà a Giudici giudicanti accertare se tutto ciò che è stato contestato è realmente accaduto e noi confidiamo nel valore dei magistrati torinesi.

Siamo dispiaciuti che le notizie riportate in questi giorni non siano state pubblicate prima. Forse più informazione avrebbe modificato la scelta di voto di molti e magari cambiato le sorti di questa amministrazione. Continueremo a fornire, in qualunque caso, resoconto delle future azioni della magistratura. Alla prossima

Be the first to comment on "Un aggiornamento processuale che tocca anche Pecetto"

Leave a comment

Your email address will not be published.


*